L’Erasmus cambia la vita. Una frase-cliché, certo, eppure è un cliché piuttosto amabile se si pensa che la mobilità rimane, allo stato attuale, l’esperienza che più di altre riesce a dotare i giovani europei di un animo consapevole e un po’ errante, con l’occhio vigile al presente, ma anche attento al futuro.

ESN, per usare un altro bellissimo cliché, la vita la stravolge. È un’associazione di volontariato attiva su scala locale, nazionale e internazionale che si impegna affinché gli studenti Erasmus si sentano a casa propria anche se lontani da quella “vera”, che sia essa in Spagna, Inghilterra, Germania, Polonia o Portogallo. Centinaia di studenti, al ritorno dalle loro esperienze fuori porta, decidono di regalare un briciolo di quello che hanno vissuto in un altro paese anche nella propria città, entrando in una delle numerose sezioni attive in Europa. Diventare volontari dopo che si è stati in Erasmus è quindi un po’ la naturale prosecuzione di un’esperienza che, di fatto, non dura mai abbastanza. Non solo, questo capita anche a chi, invece, questa esperienza non l’ha (ancora) vissuta, e diventa quindi l’occasione migliore per sviluppare uno spirito internazionale grazie a eventi, tandem, uscite e meeting nazionali.

La bellezza del volontariato in ESN, tuttavia, risiede in numerose altre occasioni, perché essere volontari in ESN è molto di più: è apprendimento, confronto, team building e scoperta delle proprie soft skills.

Il 30 e 31 marzo 2019 ESN Urbino ha organizzato e ospitato l’edizione 2019 della School Regionale UniMarche, con il contributo dell’Università degli Studi di Urbino e il supporto di ESN Italia. La School UniMarche è un evento che ha permesso a circa 50 volontari delle sezioni ESN di Ancona, Camerino, Macerata e Urbino di formarsi e informarsi, di crescere come esseri umani e come volontari di un Network che incarna alla perfezione lo spirito giovanile, la generazione Erasmus e i valori Europei.

Attraverso workshop e presentazioni tenuti da relatori scelti tra gli ESNers più esperti e incentrati sulle dinamiche interne ed esterne all’associazione (organizzazione di eventi, struttura di ESN, valorizzazione delle proprie abilità, empatia con lo studente Erasmus), è stato possibile realizzare un’agenda variegata e stimolante, di volta in volta incentrata su un argomento di interesse comune. Inoltre, l’accessibilità delle tematiche ha permesso ai membri delle quattro associazioni di confrontarsi e arricchirsi, socializzare e scambiarsi buone pratiche, tornare a casa con innumerevoli spunti che rendono ciò che ESN fa quotidianamente ancora migliore, perché l’idea di conoscersi e riconoscersi in chi fa la stessa esperienza su una città diversa permette di toccare con mano la bellezza di quello che ci unisce e rende preziosa l’appartenenza a un Network da cui non si smette mai di imparare.

La School UniMarche, così come le numerose School Locali e Regionali organizzate su tutto il territorio italiano, rappresenta in poche parole la scelta di incontrarsi – talvolta anche ri-incontrarsi – e valorizzare consapevolmente l’impegno che mettiamo a disposizione di questa associazione e che lei, a sua volta, ci restituisce sotto forma di riconoscenza: di un socio per aver ideato insieme un evento di successo, di uno studente Erasmus per averlo fatto sentire accolto e per aver contribuito ad aggiungere qualcosa di speciale alla sua esperienza in Italia.

E non si potrebbe concludere diversamente, se non dicendo che il motto di ESN è valido sempre e, sempre, bilateralmente: students helping students.

Simona Di Carlo, Presidente ESN Urbino 2019.